Translate

venerdì 29 giugno 2018

Tra odio e amore, noi di Marianna Vidal

Care amiche di Leggo Rosa,
segnatevi questa data: 7 luglio 2018.

È, questo il giorno di uscita dell'ultimo romanzo di Marianna Vidal, Tra odio e amore, noi.
Una storia, come sempre, appassionante, che ci porterà ancora una volta a Ischia e a Londra, prima di volare alla volta del Messico, ma non più nello stato di Jalisco, ma nel Chapas, tra le antiche rovine dei Maya, dove si coltiva caffè.


ROMANZO AUTOCONCLUSIVO

Spin Off Serie Latinos

Elena crede nel grande amore e per questo non si fa scrupoli a rimandare al mittente le proposte di matrimonio che negli ultimi tempi le piovono addosso. Si sposerà una sola volta e vuole che sia per sempre.

Race si è appena lasciato con la sua fidanzata storica e non pensa certo a rifarsi una vita, ma la notizia della morte improvvisa di suo fratello Gabriel gli cambia le carte in tavola. È lui il marito ideale di Elena Roberti: ricco, avvenente e ben introdotto in società. Può trasformare, con un solo schiocco di dita, tutto ciò che tocca in oro. Peccato che sposandolo Elena non avrà affatto quello che spera...

Micheal è il migliore amico di Race. Si conoscono da una vita e nei momenti di bisogno, sono sempre l'uno al fianco dell'altro. E ora, tra i due, è Race che rischia di uscire fuori dai binari, con l'assurda storia della vendetta. Insomma, è palese che quella donna si è veramente innamorata di lui e non sembra certo un'arrampicatrice sociale, ma Race insiste, e allora non gli resta che tenerlo d'occhio, per impedirgli di fare qualche sciocchezza, anche perché, a lui Elena è simpatica e, se questo non bastasse, vedere Race innamorato, per la prima volta nella sua vita, è qualcosa che, per Micheal, non ha prezzo!

Tra inganni, rimorsi, odio e amore, Elena e Race ci raccontano la loro tormentata storia d'amore che si snocciola tra Italia, Inghilterra e Messico.




Se siete interessati all'acquisto, è disponibile in preorder su Amazon a € 0,99, progressivamente il prezzo salirà a € 1,99, per arrestarsi a € 2,99. Per gli abbonati a Kindle Unlimited è gratuito.


Questi i dati riguardanti il romanzo: Marianna Vidal, Tra odio e amore, noi, serie Britannici, 2018, pp. 575.

lunedì 25 giugno 2018

Intervista ad Alessandra Fortunato


Per l'appuntamento settimanale con la rubrica interviste, oggi ospitiamo Alessandra Fortunato! Letto il suo romanzo? Se non lo avete ancora fatto questa è l'occasione giusta per capire se può essere interessante per voi.



Chi sei nella vita di tutti i giorni?

Una donna piena di difetti innamorata della sua bambina, della scrittura e dei libri, che sogna ancora ad occhi aperti e con un cassetto pieno di sogni da realizzare. Alcuni giorni spero di farcela, altri invece penso non ce la farò, ma in ogni caso non smetto di credere.




Scrivi rosa perché?
Perché amo l'amore in tutte le sue sfaccettature, che sia per un amico, per la famiglia o anche un animale! E poi mi piace far vivere i miei sogni ai miei protagonisti.



Italia, Inghilterra, America... Dove sono ambientate le tue storie?

Italia.





Chi non deve leggere i tuoi romanzi? A chi potrebbero non piacere?

Il mio libro potrebbe essere letto da chiunque, perfino chi non è innamorato dei rosa, potrebbe ricredersi, perché no? Un'opportunità non la si nega a nessuno.

Cosa non troviamo nei tuoi libri?
Sicuramente scene di violenza.



Quale genere non scriveresti mai e perché?
Ho imparato che nella vita mai dire mai, ma attualmente ti dico un horror, non è esattamente nelle mie corde


I tuoi libri in uno spot...

CHIAMAMI MELLY un libro romantico, coinvolgente, frizzante e piano di poesia. E tu hai chiamato Melly per entrare nel suo mondo?




Diamo qualche dritta al lettore... Che cosa non manca mai nei tuoi romanzi? Amore, sesso, romanticismo, famiglia, bad boy...
Romanticismo, senso della famiglia e attaccamento alle origini. Una buona dose di ironia e tutto il mio cuore...

Quanto di te c'è nei tuoi romanzi?

Molto, soprattutto nella mia protagonista.



Scrivi storici o contemporanei? La motivazione della tua scelta? Ti cimenteresti nel tuo opposto?

Contemporanei, e non so, finora non ci ho pensato! Ma mai dire mai!

Puoi consigliare il libro di una tua collega. Quale scegli e perché dovremmo leggerlo?
Ci sono molte self bravissime che meritano tanto! Non faccio un nome perché ne scopro sempre di nuove.


Puoi segnalare uno solo dei tuoi libri. Quale scegli? Perché?
Il mio libro di esordio, Chiamami Melly!

A chi o a cosa ti ispiri per le tue storie?
La mia fantasia e le mie emozioni quotidiane sono il motore delle mie storie. Mentre i personaggi a volte sono ispirati da chi mi circonda.



Se vi abbiamo incuriosito abbastanza, seguiteci anche sul gruppo Leggo Rosa, dove, domani, Alessandra ci terrà compagnia tutto il pomeriggio!

Intervista a Mariella Mogni

Per l'appuntamento settimanale con la rubrica interviste, oggi ospitiamo Mariella MogniLetto qualcuno dei suoi romanzi? Se non lo avete ancora fatto questa è l'occasione giusta per capire se può essere una scoperta interessante per voi.




Chi sei nella vita di tutti i giorni?
Mamma di un ragazzo quasi diciottenne e moglie da ben 23 anni. Ho scelto di fare la casalinga quando sono divenuta madre e da qualche anno ho trasformato l'hobby della scrittura in impegno quotidiano.

Scrivi rosa perché?
Scrivo rosa perché amo le storie d'amore. Le mie hanno anche sfumature di rosso visto che l'elemento erotico è sempre presente. 

Italia, Inghilterra, America... Dove sono ambientate le tue storie?

Sempre in Italia.



 Chi non deve leggere i tuoi romanzi? A chi potrebbero non piacere?

I miei libri parlano di situazioni reali quindi non sono adatti a chi cerca principi azzurri. Magari travestiti da milionari o da star.


 Cosa non troviamo nei tuoi libri?
Nei miei romanzi non troverete mai personaggi stucchevoli o stereotipati. Evito la volgarità gratuita pur scrivendo erotici e non sopporto la violenza nei confronti delle donne fatta passare per amore.


Quale genere non scriveresti mai e perché?
Horror e fantasy, non mi piacciono. Nemmeno i dark fanno per me. 

I tuoi libri in uno spot...
CON LA RABBIA NEL CUORE. Un romanzo in cui l'amore è presente in tutte le sue sfumature. 



Ci descriveresti la tua libreria?
La mia è una libreria caotica e affollata. Leggo di tutto tranne horror e fantasy. Per mancanza di tempo ho rallentato la lettura di saggistica e poesia ma leggo molti romanzi. Nella mia libreria ci sono ancora i libri di quando ero bambina, ogni tanto mi piace riprenderli in mano.

Diamo qualche dritta al lettore... Che cosa non manca mai nei tuoi romanzi? Amore, sesso, romanticismo, famiglia, bad boy...
Nei romanzi non manca mai l'amore e un pizzico di romanticismo. Ci sono scene erotiche descritte con realismo ma senza volgarità.



I tuoi protagonisti hanno caratteristiche comuni o sono diversi tra loro?
I miei personaggi pur essendo molto diversi tra loro hanno in comune l'inquietudine ma anche la voglia di mettersi in gioco superando se stessi.

Quanto di te c'è nei tuoi romanzi?

Sono emotiva, passionale e inquieta, proprio come i miei personaggi.



Scrivi storici o contemporanei? La motivazione della tua scelta? Ti cimenteresti nel tuo opposto?

Amo i contemporanei sia come autrice che come lettrice.


Puoi consigliare il libro di una tua collega. Quale scegli e perché dovremmo leggerlo?
Non voglio fare torto a nessuna. Dico solo che ci sono molte autrici italiane che non hanno niente da invidiare a celebratissime scrittrici straniere. 



 Puoi segnalare uno solo dei tuoi libri. Quale scegli? Perché?
Segnalo il romanzo che segna il mio esordio come Self: Con la rabbia nel cuore.


A chi o a cosa ti ispiri per le tue storie?
Mi lascio ispirare dalla vita con tutte le sue difficoltà. 




Se vi abbiamo incuriosito abbastanza, seguiteci anche sul gruppo Leggo Rosa, dove, domaniMariella ci terrà compagnia tutta la mattinata!

domenica 24 giugno 2018

OLTRE IL DESTINO di Jay Crownover



I protagonisti di questo nuovo volume di Jay Crownover, della serie TATTOO, erano già comparsi, come è prassi, nel libro precedente. Rowdy St. James non spiccava sicuramente per personalità, rispetto alle altre figure maschili, presentato soprattutto come particolarmente bello, desideroso di passare da una donna all'altra, senza mai impegnarsi seriamente. L'arriva in scena, alla fine di OLTRE I SEGRETI, di Salem Cruz, voluta espressamente da Phil prima di morire, per il nuovo locale che Nash ha deciso di aprire con i suoi amici, è l'elemento che crea il movimento e la storia.


Salem e Rowdy si conoscono fin da bambini, ovvero da quando lui è stato dato in affidamento ad una famiglia che viveva a Loveless, in un piccolo paesino dove il padre di Salem era un rispettato reverendo, di origine ispanica, con una moglie e due figlie. La facciata di uomo di chiesa, perfetto e pronto ad aiutare il prossimo, nascondeva un uomo rigido e pronto a soffocare qualsiasi istinto nelle figlie, Salem e Poppy, al punto tale che, alla prima occasione, Salem era fuggita con il primo di turno, lasciando alle sue spalle Rowdy, che si era legato a lei profondamente, e Poppy.


Rodwy rifiuta in un primo momento Salem, ancora addolorato per l'abbandono precedente e per i ricordi che la giovane porta con sé, tra cui il rifiuto di Poppy, che non aveva voluto sposarlo. Salem, che è diventata una donna indipendente e un po' nomade, rivedendo Rowdy si rende conto che non avrebbe dovuto lasciarlo indietro e cerca di riconquistarlo, fino a quando non scopre della proposta di matrimonio a sua sorella.


Timorosa che lui possa vederla come un ripiego, Salem si fa da parte, ma da quel momento sarà Rowdy a cercarla, deciso a riconquistare quel legame speciale che c'era tra di loro. Quando tutto sembra mettersi per il meglio, dal loro passato torna Poppy, che è finita in una situazione molto più grande di lei, che rischia di compromettere per sempre la sua vita.


La verità è che, questo libro, così come quello precedente, presenta degli elementi interessanti, diluiti in un contenitore che finisce per smorzare il tutto. Se è interessante il passato dei due, i loro tentativi di emanciparsi e il legame con la sorella Poppy, la storia si perde nella parte centrale in un calo di tensione narrativa dove ci ritroviamo a spiare semplicemente una vita di coppia che si ritrova e si scopre, il che può essere interessante, se affiancato da una scrittura possente che analizza l'animo di un personaggio pieno di sfaccettature, ma decisamente questo non è il caso. 


Inoltre il voler insistere, da parte dell'autrice,  sull'essere sbandati e disadattati in riferimento ai personaggi della serie, risulta alquanto stridente, o almeno superficiale, perché tutti loro, pur non vestendo in giacca e cravatta, non sono per niente quei personaggi moralmente ambigui che la società potrebbe condannare. Sono solo eccentrici e vagamente artistici, il che rende assurdo tutto il lancio pubblicitario che insiste sul "la serie che ha scandalizzato l'America" in quanto, a parte qualche scena di sesso piuttosto esplicita, non ha nulla di scandaloso.


Le storie sono carine, se prese per quello che sono, ovvero dei racconti senza grandi pretese di personaggi piuttosto convenzionali nella loro personalità, meno nella loro esteriorità. Sarà che non ha mai creduto che una persona debba essere valutata in base alla pelle, che sia bianca, nera o colorata, e quindi non riesco proprio a vedere tutta questa diversità a cui fanno riferimento costante nei romanzi. A parte Asa, l'unico finito in prigione e dal passato piuttosto turbolento, anche se in questi due volumi che ho letto non si capisce chiaramente di che tipo, gli altri mi sembrano solo persona che seguono meno degli schemi fissi, ma da qui a farne dei reietti o dei disadattati, ce ne passa.


Peccato, perché le premesse ci sono, ma capita spesso che poi si perdano nell'elaborazione narrativa della storia.