Translate

domenica 28 giugno 2015

Compro e vendo libri

Lo strano caso dell'apprendista libraia

Quando ho letto il titolo di questo libro ho deciso che dovevo leggerlo assulutamente. Il mio sogno è sempre stato quello di vivere circondata dai libri ed inevitabilmente lavorare con i libri e tra i libri è sempre stata una delle mie massime ambizioni.
Purtroppo, dove vivo, c'è una sola grande libreria e al momento non ha bisogno di altro personale. Arghh, che rabbia, se penso di aver rifiutato in precedenza l'assunzione per l'illusione di un contratto a tempo indeterminato. Ma basta parlare di me, anche perchè al giorno d'oggi nulla dura per sempre e così, eccomi a parlarvi di un romanzo dalle grandi premesse, che finisce con una quantità infinita di domande: avrà capito Esme l'immensa fortuna che le è capitata? Riuscirà a dimenticare Michelle e i suoi problemi mentali? Ma che fine hanno fatto i genitori di Michelle? Oddio, sono sempre stata convinta che se un figlio ha dei problemi, la responsabilità, nel 90% dei casi è da attribuire alla famiglia di origine e dunque visti i primi capisci i secondi.
Ma andiamo per gradi, perchè rischiamo di non seguire un filo logico.


Il romanzo non è male. E' scritto bene e come prova di esordio Deborah Meyler se la cava anche se il caso letterario non ha motivo di esistere. Forse i librai indipendenti hanno voluto premiare lo sforzo di una donna che dopo aver lavorato in libreria ha voluto fortemente comunicare al mondo il suo amore per le librerie ed il mondo dei libri cartacei Su questo fronte li capisco, ma per il resto il romanzo lascia molti interrogativi  che non entusiasmano il lettore e non lo spingono a cercare risposte autonome.
La storia è semplice: Esme è inglese e dopo la laurea convince i genitori a farla continuare il dottorato di ricerca in storia dell'arte in America, a New York. Nonostante i dubbi e le paure la madre ed il padre non si oppongono, sperando il meglio per lei.
A New York Esme conosce Michelle e vanno a letto insieme. La relazione è solo all'inizio, ma Esme scopre di aspettare un bambino. I dubbi la assalgono, così come anche le paure, ma nonostante tutto decide di tenere il piccolo, anche contro il parere di Michelle, che fa di tutto per convincerla a non far nascere questo fagotto che rovinerà le loro esistenze.
Per fronteggiare le spese, Esme cerca e trova un lavoro nella sua libreria preferita, La Civetta.
L'ambiente è caldo ed accogliente. I ragazzi sono simpatici e pieni di personalità. Tra loro c'è George, che è il titolare e Luke, uno dei collaboratori, musicista per passione, timido e riservato, che le si dimostra sempre molto gentile.
In questa nuova situazione, La Civetta diviene l'unico punto di riferimento. I ragazzi non si intromettono mai eccessivamente nella sua vita privata, seguendo in silenzio le alterne sorti della storia d'amore di Esme con il padre del bambino. Si lasciano, perchè Michelle non vuole farsi carico della creatura e sempre per volere dello stesso ritornano insieme, progettano di sposarsi ed infine si rilasciano, questa volta per sempre, perchè Michelle decide che la vita da marito e padre non fa per lui. Lo decide dopo aver insistito per sposarsi in chiesa al settimo mese di gravidanza della compagna, ma non la ama o meglio la ama, ma è consapevole che per loro non c'è futuro e per quanto riguarda la bambina, che ne frattempo è venuta alla luce, può anche rivolgersi ai legali, perchè non ha nessuna intenzione di conoscerla.
Esme ci rimane di sasso, ma il lettore tira un sospiro di sollievo e si chiede quando la smetterà di pensare a questo tizio viziato e arrogante professore di economia, che nella vita ha avuto sempre tutto, senza mai preoccuparsi degli altri. E che dire dei possibili suoceri? Uno peggio dell'altro. La madre di Michelle è una sbob arrogante e fredda che la prima cosa che nota nella futura sposa di suo figlio è che non veste con abiti firmati, mentre il padre le propone di abortire per una somma astronomica e quando lei indignata rifiuta, le dice che era un test per vedere se era la moglie giusta per il loro unico figlio.
Esme svegliati, ma non ti rendi conto che la vostra sarà un'unione infelice destinata a durare poco? Ma che ci vedi in questo signorino di buona famiglia, che invece di sperperare in abiti dovrebbe pagare un buon analista?
Non lo capirà mai, nemmeno alla fine, quando madre single continuerà ad avere al suo fianco solo ed esclusivamente i ragazzi della libreria,  che cercano di adattare le sue esigenze di neo mamma agli impegni lavorativi, consentendole, se vuole, di portare in negozio anche la bambina.
Si intuisce che prima o poi tra lei e Luke nascerà qualcosa, ma non c'è nulla di definitivo... 
Direi che con il primo romanzo Meyler ha posto le basi per un nuovo scritto, dove finalmente si svilupperà la storia vera quella in cui, mentre lei si dibatte tra dottorato, lavoro in libreria e bimba da crescere, si troverà a dover rispondere a lettere di avvocati che la minacciano di toglierle l'affidamento della piccola, per darlo al padre, che nel frattempo si è sposato e poichè non riesce ad avere figli con la bellissima e perfettissima moglie, recupera dal passato, quella figlia che ora le appare come un bene di inestimabile valore.
Esme scoprirà ancora una volta di non essere sola e al suo fianco,  avrà i ragazzi de La Civetta e naturalmente Luke, che alla fine si dichiarerà e l'avrà vinta, dopo ben 600 pagine di attesa.
Insomma, il libro appare incompleto. Ci sono diversi spunti interessanti, che andrebbero rielaborati, per avere una sua costruzione logica.
Il nucleo più bello ed interessante è quello che ruota intorno alla libreria e da lì si dovrebbe ripartire per rielaborare la storia.
Una per tutte: che fine fa Laura, la sua migliore amica, che le è accanto durante la gravidanza, al parto e nei giorni successivi?  Sembra una spalla utilizzata male, che alla fine sparisce senza lasciare tracce.
Il romanzo d'esordio ci consegna una scrittrice che ha un enorme potenziale su cui deve lavorare, se vuole essere un caso editoriale tra i lettori!

lunedì 15 giugno 2015

L'ultima fuggitiva di Tracy Chevalier

Della Chevalier avevo già letto "La ragazza con l'orecchino di perla" e nonostante il senso di tristezza, che mi ha accompagnato per giorni, devo dire che la capacità di rievocare atmosfere e sentimenti è veramente notevole.
Così, quando in libreria ho trovato questo romanzo edito da Neri Pozza ho pensato che valesse la pena acquistarlo e non mi sbagliavo.


L'ultima fuggitiva, ambientato a metà dell'Ottocento, narra la storia di Honor Bright che dopo la rottura del fidanzamento da parte di Samuel, con cui si frequentavano da bambini, per sposarsi con un'altra donna, decide di seguire la sorella Grace in America, in Ohio, dove sposerà il compatriota inglese Adam Cox.
L'idea di lasciare l'Inghilterra la rattrista, ma dopo la fine della sua unione sentimentale, le sembra la soluzione più giusta per lei che vuole voltare pagina.
Purtroppo le cose non vanno affatto come progettato. La traversata in mare di un mese si rivela disastrosa e al loro arrivo sulla terraferma, qualcosa di spaventoso si abbatte sulla nostra protagonista, la morte della sorella Grace affetta da febbre gialla.


Honor si ritrova sola, in una terra sconosciuta, con la prospettiva di tornare a casa, riaffrontando il mare o di continuare il suo viaggio fino a Faithwell, dove il futuro sposo attende Grace. Honor sceglie la seconda opzione. Grazie agli Amici della comunità dei Quaccheri, giunge alla casa di Belle Mills, una commerciante di cappelli, che in segreto aiuta i neri a fuggire verso il Canada.
Lungo il percorso verso "casa", Honor conosce Donova, un cacciatore di schiavi, che da subito le palesa il suo interesse, ma lei, pur sentendosi attratta da lui, non ha altro pensiero che arrivare da Adam, per dirle della sorella e scoprire quale sarà il suo destino.
Presto scoprirà che quell'uomo dai modi spiccioli, è il fratello di Belle, che la mette in guardia sul conto di Donovan, spiegandole che non le conviene in assoluto dargli corda.
Il soggiorno nella casa di Belle crea tra le due donne un legame, che si consoliderà presto in una sincera e tenera amicizia, che continuerà anche dopo, quando Adam Cox avvisato del suo arrivo la andrà a prendere.
La notizia della morte della sorella cambia completamente le carte in tavola. Adam Cox è uno scapolo, che di recente ha perso il fratello e vive insieme alla vedova di questi. L'arrivo di un'altra donna, non sposata non è ben vista nel piccolo paese e così Honor, consigliata anche da Belle, accetta di sposare Jack, un giovane di buona famiglia, con discreti possedimenti.
La convivenza con la famiglia di questi si rivela difficile, anche perchè Honor ha iniziato ad aiutare i fuggiaschi neri, che passano per la proprietà e l'idea non piace alla madre di Jack che spinge il figlio ad affrontare la moglie. Inoltre, questa sua ostinazione ad aiutare gli schiavi, porta sempre più spesso in zona Donovan, che con l'inasprimento delle leggi su chi aiuta i neri, rischiano una grave ammenda.
La situazione precipita, quando, Honor, sotto pressione della suocera, non soccore un nero con un piede ferito e questi nella notte muore.
Indignata, Honor inizia una protesta silenziosa, che la porta a non parlare con nessuno per diversi mesi. Adam Cox, su invito della famiglia del marito e della comunità degli Amici, le rivela che se continuerà a punirli con il suo silenzio, sarà allontanata dalla comunità e dalla famiglia del marito, a cui resterà il bambino che porta in grembo.


Preso atto di quanto deciso sul suo conto, Honor approfitta della fuga di una schiava che aveva conosciuto in precedenza per fuggire di casa, alla ricerca di un futuro diverso per lei ed il bambino che porta in grembo.
Troverà rifugio a casa di Belle, dove darà alla luce una bambina, Confort Grace.
Il marito, avvisato, la raggiunge, ma Honor non sa decidersi... Tornare dal marito o ripartire alla volta dell'Inghilterra? La decisione giungerà inaspettata e dolorosa ed il prezzo da pagare sarà alto per diverse persone.
Leggendo le recensioni in giro, si lodano le capacità descrittive della nostra autrice, ma si criticano alcuni aspetti del romanzo, come l'eccessiva attenzione al cucito, lo scarso dinamismo della storia, il finale a parere di qualcuno scontato e la scarsa analisi della schiavitù. Se alcune critiche le posso condividere, altre mi sembrano effettivamente gratuite.
Il cucito è un filo conduttore di tutta la storia. E' il legame che tiene unita Honor alla sua terra, alle sue tradizioni ed è contemporaneamente un elemento di congiunzione con il futuro. Ho trovato bella l'idea di prendere pezzi di stoffa degli indumenti delle persone che passano nella nostra vita, per immortalarle in pezzi di coperte, che ci accompagnano nel cammino della vitaa. E' un modo come un'altro per ricordarli e non lasciarli andare via mai completamente. La critica alla scarsa indagine sulla schiavitù non mi sembra reggere eccessivamente. La Chevalier voleva raccontare una storia, la storia di Honor e delle persone che incontra lungo il suo cammino. Così come lei non è pienamente addentro al problema dei neri, così anche il lettore ne deve avere una infarinatura generale, per comprendere a pieno la nostra protagonista e i suoi sentimenti di indiganzione e pietà, che non sono quelli di un'attivista, schierata da una o dall'altra parte, ma sono i pensieri di un individuo che pensa con la sua testa e decide di conseguenza, con le poche nozioni che ha.



Ho adorato il personaggio di Belle e credo proprio che ogniuno di noi dovrebbe incontrare, almeno una volta nella vita un'amica come lei! Peccato per la sua malattia, ma putroppo la Chevalier non racconta una favola ed il vissero felici e contenti, non può esserci per tutti.
Ho trovato stonata la lettera finale, scritta all'amica e non ai genitori, che stando alla storia, dovrebbero aver ricevuto la notizia che la figlia è diventata madre e ha lasciato il marito, trasferendosi a vivere dal marito, ma forse l'autrice volge il pensiero all'amica di Honor, perchè è la vita che continua, la gioventù che avanza. Ecco, questo è un punto che non mi ha convinto pienamente, per la mancanza di coerenza interna al romanzo.
Qualcuno ha criticato anche come è affrontato il tema della morte di Grace, la sorella di Honor. Su questo, penso che il giudizio negativo sia immeritato. L'aver sorvolato sulle sofferenze di una donna giovane, che sperava di farsi una vita nel nuovo mondo, mi è sembrato corretto, non solo per non appesantire la storia, che così già è dura, ma anche perchè noi non conosciamo Grace e per quanto ci possa apparire triste perdere una sorella, non possiamo partecipare fino in fondo al lutto della protagonista, perchè l'evento accade a poche pagine dall'inizio del romanzo e non c'è ancora stato il tempo di affezionarci a loro.
Honor vive il dolore interiorizzandolo come sempre. In fondo, non dimentichiamoci, che il suo modo di protestare è quello di non parlare più con nessuno, chiudendo la porta sul mondo e sarà solo nella fuga verso la sua libertà che ritroverà la parola.
Un ultimo cenno lasciatemelo per Donovan. Lo so è il cattivo della storia, ma mi fa pena, perchè il suo interesse per Honor è soffocato sul nascere... Ci sono momenti di tenerezza che meriterebbero senz'altro di essere approfonditi, riscattandolo dalla sua fuga dai buoni sentimenti. E' come se con Honor sparisse la possibilità di redimersi e cambiare vita.
Io avrei cambiato il finale, ma non posso dire troppo, per non togliere il piacere della lettura a chi non lo ha ancora letto.
Non mi resta che augurarvi, buona lettura!

venerdì 5 giugno 2015

Rifugio Segreto


 In vendita usato su compro e vendo libri

Siamo alla fine del Settecento (1790) nella campagna inglese e la protagonista è una sventurata giovane, Serena, che ha un padre ubriacone e oberato di debiti, che è costretto a vendere tutti i suoi beni per salvarsi dalla prigione.


La povera ragazza non vuole separarsi dal suo cavallo Mercurio e sconsolata piange sulle sue sventure, passeggiando per la campagna circostante, quando sulla sua strada incontra il cinico conte di Rothingham in fuga nei suoi possedimenti in campagna dalle pretese matrimoniali di una bella e giovane vedova, lady Elaine. La situazione precipita e Serena si ritrova ad essere venduta dal padre ad un agente del conte di Rothingham. Alla morte del padre, che si suicida, Serena diventa di proprietà del conte.
Questi decide di portarla con lui a Londra per presentarla alla società. Nel tempo il cinico conte si sente sempre più legato a questa giovane  così diversa dalle altre, per la sua ingenuità ed il suo candore. L'interesse dell'uomo per la donna preoccupa Lady Elaine che la vede come una rivale, ma anche il cugino del conte, che spera di diventare il suo erede.
La melefica coppia ordisce, dunque, un piano per liberarsi di lei. La fanno arrestare con l'accusa di furto ed è condannata all'impiccagione.
Riuscirà il conte a salvarla dalla febbre contratta in priogione e dalla condanna a morte?
Non vi resta che leggere il romanzo per scoprire come finirà questa affascinante storia.

giovedì 4 giugno 2015

I diari del vampiro di Lisa Jane Smith

Per tutti gli amanti della Smith e della sua saga I diari del vampiro, presentiamo in questa sede la presentazione di alcuni volumi, spiegandovi dove trovare i volumi usati a prezzi convenienti.


Il diario del vampiro. Il risveglio di Lisa Jane Smith, Newton Compton Editori, 2008.


Il diario del vampiro - Il risveglio è il 1º libro della saga, pubblicato nel 1991 negli Stati Uniti e l’8 giugno 2008 in italiano. Se desiderate acquistarlo usato, lo trovate ad un buon prezzo su compro e vendo libri.


Elena Gilbert è una ragazza d’oro, è bella, è brillante, ha tutto nella vita. Ma le sue giornate non hanno nulla di eccitante. Così, per cercare un po’ di brivido, intreccia una relazione con il bel tenebroso Stefan. Ma Stefan nasconde un segreto, un segreto misterioso che potrà sconvolgere per sempre la vita della protagonista. Ha inizio così per Elena la più affascinante e pericolosa delle avventure. Una storia d’amore e odio, di luce e ombra, in cui Stefan e Damon, due vampiri fratelli contrapposti in una millenaria guerra, si contenderanno il suo cuore e il suo destino. 


Se vi è piaciuto il primo romanzo, potrete acquistare anche il secondo su compro e vendo libri. Il volume ha come sottotitolo LA LOTTA.


Due vampiri fratelli, avvolti nell'ombra di un mistero millenario, si contendono l'amore della giovane Elena. Damon è determinato a fare di lei la regina delle tenebre, ed è pronto anche ad uccidere suo fratello per riuscirci. Stefan è alla ricerca di un potere più grande, che gli consenta di eliminare il suo odiato rivale, ma non ha intenzione di cedere alla sete di sangue umano che lo assale. Elena sa che deve prendere una decisione fatale: deve scegliere tra la fedeltà a Stefan e la tenace attrazione per Damon. Nel buio, dentro di lei, è battaglia tra sentimenti contrastanti. Fuori, infuria una lotta senza esclusione di colpi. 
 Il terzo libro della saga è LA FURIA, anche questo in vendita usato su compro e vendo libri ad un buon prezzo.






Vertici di un fatale triangolo d'amore, Elena e i due vampiri fratelli Stefan e Damon hanno un unico destino. Ora che Elena ha ceduto al fascino del crudele Damon, ora che l'odio di Stefan per il fratello sembra ormai inestinguibile, i tre dovranno stipulare una tregua e unire le loro forze, per affrontare una terribile e oscura minaccia. Una furia malvagia che potrà essere sconfitta soltanto da un'alleanza solida. Odio e amore, sangue e vendetta: sono questi i marchi che segnano la paurosa nuova avventura e ne sigillano la sorte.  

Il quarto libro della saga ha come sottotitolo LA MESSA NERA, che al pari degli altri è in vendita sul portale compro e vendo libri usato ad un buon prezzo.
In questo periodo di crisi, risparmiare è sempre una buona idea, anche quando si tratta di una lettura di piacere.




Non c’è più traccia di Stefan e Damon da quando è scomparsa la bellissima Elena, l’amore che ha unito e diviso i due fratelli vampiri. Intanto Caroline è decisa a riconquistarsi le sue vecchie amiche: Bonnie, dotata di poteri paranormali, e la risoluta, sfuggente Meredith. Ma Bonnie sa che qualcosa sta per accadere. Sente che l’immane forza malvagia che ha già seminato tanto terrore sta tornando. Altro male sta per abbattersi sugli abitanti di Fell’s Church, un male inaudito: l’Altro Potere si prepara a mietere nuove vittime, e i nostri giovani eroi dovranno combattere una dura battaglia in cui, per fermare in tempo il male, dovranno essere pronti a tutto, Anche a mettere da parte le passioni personali, così brucianti e così distruttive.

Il quinto libro della saga ha come sottotitolo IL RITORNO ed è al pari degli altri in vendita usato su compro e vendo libri.


Elena Gilbert ha scelto di morire. Si è sacrificata per salvare i due vampiri fratelli innamorati di lei, il bello e tenebroso Stefan e l’astuto e infido Damon. Ma ora è di nuovo viva: una misteriosa entità l’ha riportata in vita donandole poteri sovrumani. Nel suo sangue pulsa una nuova forza, unica e travolgente, irresistibile per qualsiasi vampiro. Stefan ne è ancora perdutamente innamorato, e spera di poter iniziare una vita con lei, ma Damon non cede: spinto da un’insaziabile sete di potere, la vuole per sé, come sua amante. E quando Stefan verrà costretto con l’inganno a lasciare Fell’s Church, Damon potrà finalmente convincere Elena che è lui in realtà il suo vero amore. Ma le tenebre incombono sulla città, e anche Damon sta diventando preda di una creatura crudele, terrificante, che può fare di lui ciò che vuole e che di Elena desidera non solo il sangue, ma anche la morte. 

Il sesto libro della saga è IL DIARIO DEL VAMPIRO SCENDE LA NOTTE su compro e vendo libro a questo indirizzo qui.




Qualcosa di sinistro e crudele si è abbattuto su Fell's Church. Elena e le sue amiche hanno trovato forse un nome alla forza che sta travolgendo come un fiume in piena le vite di tutti gli abitanti: Streghe di Salem. Ma quale può essere il collegamento tra le streghe e i malach, le mutevoli creature del male che si sono impossessate di Caroline e Tamra, trasformando le due tranquille ragazze in spaventosi e ambigui mostri senza vergogna? Ora che al fianco di Elena non c'è più Stefan, allontanato con l'inganno e sparito senza lasciare traccia, solo il vampiro Damon può aiutarla. Ma quegli occhi di tenebra nascondono una luce spietata e oscura: un potere più grande minaccia di controllare anche la sua mente...  

E se siete curiosi di vedere il booktrailer date un'occhiata.

 

martedì 2 giugno 2015

Amore Selvaggio di Barbara Cartland


 In vendita sul sito compro e vendo libri

Per le amanti di Barbara Cartland e delle sue storie d'amore non può mancare la lettura di questo romanzo edito in Italia nel 1979.


La protagonista è Valda, che vive alla fine dell'Ottocento alimentando un unico sogno: vuole viaggiare e conoscere il mondo. Invece il destino sembra aver scelto una gabbia dorata piena di divieti e di proibizioni.
E per giunta ora il suo patrigno pretende sceglierle anche un marito! Il candidato ideale è il marchese  d'Artigny. Questo è troppo, pensa Valda e anche se il patrigno sembra deciso a non imporle questa unione se lei non vuole, la nostra eroina ha idee precise in merito alla sua vita.
Vuole essere libera ed indipendente, mantenendosi come fotografa.
Scappa di casa e si unisce ad un gruppo di gitani, nascondendosi tra loro sotto un falso nome. La sua meta è la Camargue dove fotograferà dei bellissimi cavalli.
Quale sarà la sorte di questa moderna e avventurosa protagonista? Incontrerà l'amore della sua vita? Relizzerà i suoi sogni?
Non vi resta che leggere le sue appassionanti avventure.

Altri romanzi della Cartland: Fiori del mattino, Il fantasma di Montecarlo,

Candy Candy di Keiko Nagita

Quando mia sorella mi ha annunciato che presto nelle librerie sarebbe stato possibile acquistare il libro di Candy Candy il mio cuore ha fatto un tuffo nel passato e nella mia mente si sono affollate sensazioni, ricordi, emozioni.
Mi è sembrato di tornare bambina sul punto di diventare adolescente ed il mio cuore ha accellerato i battiti pensando ad Antony e a Terence, i due amori di Candy.
Tutte eravamo innamorate perdutamente di Terence con la sua andatura indolente, i lunghi capelli neri mossi dal vento e le sue doti attoriali. Più di tutto piaceva la sua aria scanzonata, con la quale nascondeva i suoi problemi. E poi c'era quel suo andare contro le regole, quel dare importanza alle cose vere, alle cose importanti. Certo, era bello, anzi bellissimo e questo aveva un suo peso, soprattutto su milioni di ragazzine che sognava il loro principe azzurro.
Anche se, ad essere sincere, il vero principe era Antony, con i suoi capelli biondi, gli occhi azzurri e l'aria romantica. Personaggio tragico, che con la dolce malinconia segna un episodio doloroso nella vita di Candy e degli altri personaggi della storia.
Povero Antony, così puro, così sensibile e così etereo.
Candy non lo dimenticherà mai e così anche noi con lei.
A metà maggio, il giorno del mio onomastico, mia sorella arriva con un pacchetto tutto sistemato. Scartoccio e scopro il libro della mia mai dimenticata Candy.

Confesso di non aver resistito e mi sono subito buttata nella lettura di questo romanzo, che scritto in modo semplice e scorrevole, ti riporta in America, alla Casa di Pony e poi nella residenza dei Lagan e infine a casa di Antony, prima della partenza per il vecchio continente.
Mi mancano oramai poche pagine alla conclusione della prima parte (questa è l'unica nota dolente!) e devo dire che non è male, non è affatto male.
Candy rivede il suo passato dopo molti anni ed è chiaro che al suo fianco c'è un uomo, ma almeno in questo primo volume non è dato sapere se è Terence, come tutte noi abbiamo sperato o è Albert, che poi lo sapete, non svelo nulla, è il famoso zio William.


Ricordo che da bambina parteggiavo spudoratamente per Terence. Non potevo accettare che quei due, anche se si amavano così tanto, restassero divisi. Invece, ricordo come se fosse oggi, una mia zia mi rivelò di aver visto una sola volta la conclusione del manga e Candy in realtà sposa Albert, alias zio William, il principe della collina.
E' probabile che alla fine della storia si scopra che l'uomo che vive con lei non è altro che la persona che l'ha seguita per tutta la sua vita, intervenendo quando necessario e lasciandola andare quando opportuno, ma dentro di me , la bambina continua a gridare che si deve sposare con Terence, mentre la donna sostiene che l'amore vero, quello duraturo è Albert, che non è poi altro che l'evoluzione matura di Anthony, con il pizzico di ribelle di Terence.
 Alla fine, nella vita di Candy ci sono stati due grandi amori, quello adolescenziale per il romantico Anthony e quello per il turbolento Terence, che si fonderanno poi nella pienezza dell'amore per Albert. Ma se lo so, perchè continuo a sperare che Terence torni da lei?


A questo punto non ci resta che aspettare il secondo volume, che dovrebbe trovarsi in libreria,  a giorni oramai. La seconda parte del romanzo, come anche la prima, è stata data alle stampe  dalla KAPPALAB, che è questa casa editrice italiana, specializzata sul Giappone, che ha avuto la brillante idea di riportare in Italia una delle storia più note della televisione per ragazzi degli anni Ottanta.
E se esiste ancora qualcuno in Italia, che ha superato i trenta e non conosce Candy Candy, eccovi la trama:

America, inizio del Novecento.
Mentre trascorre la sua infanzia presso la Casa di Pony, Candice "Candy" White teme di essere diventata ormai troppo grande per essere adottata.
Il giorno in cui anche la sua migliore amica Annie se ne va con i nuovi genitori acquisiti, Candy incontra un giovane abbigliato con l'abito tradizionale scozzese che si esercita con la cornamusa sulla collina nei pressi dell'orfanotrofio, e che le dà un consiglio che l'accompagnerà per tutto il resto della vita: sorridere sempre, anche quando tutto sembra andare male. Da quel giorno, il 'Principe della Collina' è sempre nei suoi pensieri, ma non lo rincontrerà mai più. Finalmente Candy viene adottata da una ricca famiglia. La aspetta però una brutta sorpresa: il suo ruolo tra le pareti domestiche è quello di compagna di giochi per i pestiferi figli dei padroni di casa. La cattiveria dei due, che odiano il carattere solare di Candy, la sua gentilezza e la sua predisposizione a essere ben accetta da chiunque, si spinge fino a renderle la vita impossibile, ma l'incontro casuale con tre meravigliosi ragazzi, i più giovani esponenti di una nobile famiglia di origine scozzese, le permette di dare una svolta imprevista alla sua esistenza. Uno di loro, inoltre, assomiglia incredibilmente al Principe della Collina incontrato anni prima, benché la sua giovane età renda chiaro che non possa assolutamente trattarsi della stessa persona...
Da quel momento in poi, le vicende costringeranno Candy a prendere importanti decisioni sul suo destino per evitare di restarne in balia, affrontando così una grande e romantica avventura che la porterà dall'America all'Europa, in un mondo che si sta preparando alla Prima Guerra Mondiale...



lunedì 1 giugno 2015

Azzardo d'Amore di Barbara Cartland

 In vendita sul sito compro e vendo libri

Per le amanti di Barbara Cartland e più in generale dei romanzi vintage, oggi vi presentiamo "Azzardo d'Amore".
Opera del 1979, è giunta in Italia due anni dopo ed è stata affidata alla traduzione di Lidia Zazo.

 Ambientato agli inizi dell'Ottocento, nel 1817, per precisione, narra le vicende di Valeta ed il suo difficile rapporto con il suo tutore, il cinico marchese di Stevengton. Dopo la morte del padre, Sir Charles Lingfield, Valeta resta orfana e per volere del genitore, che poco prima del fatale infarto aveva redatto un testamento in cui affidava la figlia al marchese di Stevengton. Valeta farebbe volentieri a meno di sottostare ad un tutore che odia, ma il documento lasciato dal padre è perfettamente valido e non lascia spiragli di sorta.
Il marchese da parte sua non sembra interessato a sforzarsi troppo nelle sue funzioni, se non per un tiepido senso del dovere.
E come se ciò non bastasse, Valeta si deve anche difendere dalla gelosia di Lady Dilys, che spera di diventare la futura marcheda di Stevengton.
Per fortuna Valeta può consolarsi aiutando un misterioso spazzacamino perseguitato dal suo padrone, che trova rifugio presso di loro. Il marchese non si dice contrario al suo interessamento per le sorti del ragazzo e le permette di aiutarlo.
Quando e come sboccerà l'amore?