Translate

venerdì 14 dicembre 2018

Mio unico amore di Marianna Vidal

In questi giorni di preparazione alle prossime festività i titoli in uscita per il Natale e le proposte per i regali si sprecano. Ce n'è veramente per tutti i gusti, ma prima di essere assorbiti dai lieti eventi, vorrei segnalarvi un'uscita a mio parere interessante che può incuriosire chi non ha ancora letto nulla di Marianna Vidal e fare piacere a chi ha invece apprezzato la saga dei Latinos. Da ieri sera è possibile prenotare su Amazon l'ultimo, imperdibile romanzo di Marianna Vidal, Mio unico amore, il secondo dedicato alla famiglia Gutiérrez, dove conosceremo il fratello maggiore, Daniel Gutiérrez e la sua bella Rocio.




Ecco a voi la trama:
A ventitré anni Rocio non riesce ad avere una relazione stabile. Tutte le sue storie finiscono prima di iniziare, sempre per lo stesso motivo: Julián Gutiérrez, il suo migliore amico.Rocio n’è innamorata da quando era una ragazzina e oramai si è rassegnata al fatto che lui non la vedrà mai come una donna.
Inaspettatamente, però, qualcosa cambia. Julián torna da Los Angeles e le chiede di accompagnarlo alla festa per l’anniversario di nozze dei suoi genitori.
Il sogno di una vita sembra realizzarsi, ma il giorno dell’appuntamento, al posto di Julián, si presenta Daniel, il maggiore dei Gutiérrez, l’unico con cui Rocio non ha mai legato, determinato a sventare i piani di seduzione del fratello.
Daniel ha soffocato per anni la forte attrazione che prova per Rocio, consapevole che per lei è sempre esistito solo un unico amore: Julián. Questa volta, però, non è disposto a permettere a suo fratello di giocare con i sentimenti di Rocio ed è pronto a utilizzare tutte le sue armi di seduttore pur di farle capire la differenza tra un amore idealizzato e uno reale.

Per il periodo iniziale l'ebook in prenotazione è a un prezzo speciale. Dunque, approfittatene per leggere una storia romantica e scoppiettante, che sono certa vi piacerà. Insomma, lo stile della Vidal lo conoscete, no?Questo è il link Amazon per la prenotazione! Il romanzo esce dopo le festività, ma se vi interessa, con un semplice clic vi assicurerete di riceverlo il giorno dell'uscita al prezzo bloccato di € 0,99.



Prima vi dicevo che Mio unico amore è il secondo romanzo della serie Latinos dedicato a uno dei Gutiérrez. Il primo, infatti, è Il tuo bacio tra mille, dove si parla di Pablo e Federica.Ve lo siete perso? Ecco a voi la trama:

Un'isola in inverno, una star affermata in piena crisi e una giornalista recalcitrante danno vita ad un'imperdibile storia d'amore
Già a quindici anni Federica ha scoperto che quella di Pablo Echevarría è solo una maschera, che indossa per un pubblico adorante, dietro la quale si nasconde un cinico mestierante, ma quando a ventisei anni la svolta professionale nella rivista Famosi arriva proprio grazie a lui, si vede costretta a mettere da parte i ricordi delusi di una fan adolescente, per stanarlo dalla lussuosa villa ad Ischia, dove Pablo, in profonda crisi, si è rifugiato dal mondo.L'uomo che incontrerà sarà completamente diverso da quello immaginato.
Pablo ha la sensazione di conoscere Federica Bocci, la fastidiosa giornalista che il suo manager ha contattato per la stesura di un romanzo sulla sua vita, e lo strano astio di lei, a lui che è abituato all'adorazione delle donne, rafforza il sospetto che si siano già incontrati prima, anche se lei si ostina a negarlo, tenendolo a distanza. Prima o poi riuscirà a scoprire il suo segreto. Tutti ne hanno uno. Lui lo sa bene, perché il suo è più grande di quello degli altri.

Se siete curiose di leggerlo, è disponibile in versione digitale e cartacea su Amazon! Se siete abbonati a Kindle Unlimited potrete averlo gratuitamente in lettura.
Bene, non mi resta che salutarvi, dandovi appuntamento con una delle nostre nuove recensioni!Per quanto detto sopra, fidatevi, è da leggere!              





lunedì 3 dicembre 2018

Le cover più belle di novembre

Buon inizio di settimana!
Siamo a dicembre e come tutti i mesi, da qualche anno, eccoci a proclamare le cover vincitrici di novembre.
Grazie a tutti coloro che hanno contribuito postando la copertina dei loro libri e a chi ha lasciato il proprio like, esprimendo apprezzamento per le cover in gara.
Iniziamo dal terzo posto che vede sul podio ben due copertine, quella del romanzo di Maria Masella, Il prigioniero e quella di Chiara Trabalza, Il profumo dei fiori di ciliegio.
Ecco la cover de Il prigioniero.





Non lo avete ancora letto? Ecco a voi la trama:

Genova, 1799. Nicolò Negri è un libertino, un baro, un mantenuto, che sembra non conoscere il significato della parola onore... e non esita a cogliere un affare, quando gli si presenta. Come la proposta della contessa Elisa: far innamorare la sua figliastra Lavinia in cambio di un magnifico cavallo. Ma Lavinia non è una donna qualsiasi e con la sua sdegnosa bellezza è in grado di trasformare Nicolò in una persona molto diversa, leale e altruista. Tuttavia, lei non è ancora pronta ad accorgersene...


Se vi incuriosisce, sappiate che lo potete acquistare su Amazon in formato digitale!

Al terzo posto con Maria Masella, Chiara Trabalza e il suo  Il profumo dei fiori di ciliegio.




Ecco a voi la trama:


Alice ha trent'anni, meravigliosi occhi verdi pieni di segreti e un passato doloroso che le ha lasciato molte cicatrici. Quando il dolore diventa troppo grande da sopportare, scappa via dalla sua casa e dalla sua vita, per rifugiarsi nella piccola Positano, dove vive sua nonna. E qui, dove l'aria è intrisa del profumo dei glicini e dei limoni e dove il mare parla al suo animo inquieto, Alice incontra Luca, un uomo schivo e solitario che sembra volerla evitare e tenere alla larga. Ma anche Luca nasconde un segreto doloroso, perseguitato dai fantasmi di un passato che si rifiuta di affrontare, ha chiuso le porte delle sue emozioni, per proteggersi da ferite nascoste che ancora sanguinano. Solo Alice riesce a toccargli il cuore. Quando lui la guarda incontra gli occhi più belli che abbia mai visto in tutta la sua vita, occhi profondi che sembrano capaci di capire i suoi tormenti. Occhi in grado di farlo innamorare.
Ma, per ricominciare ad amare, Luca e Alice dovranno affrontare le loro paure, lasciarsi il passato alle spalle e imparare a guardare di nuovo l'amore negli occhi, prima di rischiare di perdersi.
Una storia di dolore e speranza, di ferite e promesse, di fragilità e forza, di sofferenza e rinascita. Una storia d'amore romantica, dolce e intensa. Perché anche dalle cicatrici possono nascere un paio di ali per ricominciare a volare.
Bisogna attraversare la tempesta per tornare a vedere le stelle.

Qualche volta succede che, per quanto due anime cercano di sfuggirsi e di restare a distanza, se è scritto che devono stare insieme alla fine si incontreranno inevitabilmente. Non si può lottare troppo a lungo contro la naturale forza dell'attrazione. Non si può resistere per troppo tempo al richiamo del cuore.


Se desiderate leggerlo, potrete acquistarlo in formato digitale o cartaceo su Amazon. Per gli abbonati a Kindle Unlimited è gratuito.

Secondo posto per L'ombra del passato di Ornella Albanese!

 

Ecco a voi la trama:

Un matrimonio per forza
Un inganno svelato
Una fuga nel blu

Pietro Licati è un uomo di mare, tempeste e burrasche hanno devastato la sua anima. Ha un passato buio come il suo sguardo e profonde ferite non ancora dimenticate. La vita non è stata gentile con lui e gli ha insegnato a prendersi senza scrupoli tutto quello che desidera. Anche una donna.
Diletta di Altavilla si sveglia in una torre diroccata, nuda sotto una camicia da uomo. Sembra che per lei non ci sia altra via che un matrimonio riparatore. Ma l'uomo che è costretta a sposare è molto lontano dal mondo aristocratico a cui appartiene. Si tratta di quel Pietro Licati che tutti chiamano il Pirata.
Sullo sfondo di Pantelleria, isola battuta dal vento e circondata da un mare impetuoso come le loro passioni, Pietro e Diletta scopriranno presto che il passato si può sconfiggere e che le cose sono spesso molto diverse da come appaiono.

L'ombra del passato è stato già pubblicato da Mondadori in due edizioni, prima Classic e poi Oro.

Disponibile in formato digitale su Amazon, è gratuito per gli abbonati a Kindle Unlimited.

Primo posto per Valentina Piazza e Il canto degli abissi!




Non lo avete ancora letto? Ecco a voi la trama:

Dicembre, 1900. James Ducat è il sovrintendente al faro dell’isola di Eilean Mor; lo accompagnano due fidati marinai, il vecchio Thomas Marshal e il giovane Donald McArthur. Tutti loro sono a conoscenza dei misteri del luogo, ma non se ne lasciano sopraffare se non quando è proprio James a sentirne il richiamo. Il canto che lo ammalia ha la voce di donna, è soave, è potente. Sfidando i compagni e le leggi stesse della natura, James Ducat cede a quella voce, mettendo tutti in pericolo…
Giorni nostri. Gli inspiegabili fatti accaduti al faro, non hanno trovato ancora risposta e la sede della Northern Lighthouse Board, ha insabbiato ogni cosa da decenni ormai. Quando, Morgan Ducat, decide di far chiarezza sulla misteriosa scomparsa del suo avo, si ritrova a combattere con la diffidenza della Società che gestisce la funzionalità dei fari. Soprattutto quello di Eilean Mor.
Tuttavia, le carte di cui è in possesso, possono aiutarla a fare chiarezza sulle tante voci che si rincorrono riguardo alla misteriosa scomparsa dei guardiani del faro.
Scortata sull’isola da Jacob Hollsen, il dirigente della Northern, inizia le proprie ricerche per scoprire la verità e, a mano a mano che esplora l’isola, la cappella diroccata e il faro stesso in cui risiede,
riporta a galla suppellettili che il mare sembra volerle mostrare. Finché non sente anche lei il canto degli abissi…

Disponibile in formato digitale e cartaceo su Amazon

Prima di lasciarvi, vorrei ringraziare i tanti che hanno votato la cover del mio romanzo, Il tuo bacio tra mille, facendomi ritrovare in classifica al fianco di Ornella Albanese e al suo L'ombra del passato! Un grande onore per me! 
Grazie dunque a Liberty Rose per il lavoro di grafica.



Se ve lo siete perso, ecco a voi la trama:

Collana Latinos - Romanzo autoconclusivo

Un'isola in inverno, una star affermata in piena crisi e una giornalista recalcitrante danno vita ad un'imperdibile storia d'amore

Già a quindici anni Federica ha scoperto che quella di Pablo Echevarría è solo una maschera, che indossa per un pubblico adorante, dietro la quale si nasconde un cinico mestierante, ma quando a ventisei anni la svolta professionale nella rivista Famosi arriva proprio grazie a lui, si vede costretta a mettere da parte i ricordi delusi di una fan adolescente, per stanarlo dalla lussuosa villa ad Ischia, dove Pablo, in profonda crisi, si è rifugiato dal mondo.
L'uomo che incontrerà sarà completamente diverso da quello immaginato.

Pablo ha la sensazione di conoscere Federica Bocci, la fastidiosa giornalista che il suo manager ha contattato per la stesura di un romanzo sulla sua vita, e lo strano astio di lei, a lui che è abituato all'adorazione delle donne, rafforza il sospetto che si siano già incontrati prima, anche se lei si ostina a negarlo, tenendolo a distanza.
Prima o poi riuscirà a scoprire il suo segreto. Tutti ne hanno uno. Lui lo sa bene, perché il suo è più grande di quello degli altri.

Se desiderate acquistarlo, lo trovate in formato digitale e cartaceo su Amazon. Per gli abbonati a Kindle Unlimited è gratuito.

 Pronti alla partenza? Inizia la gara di dicembre! Vi aspettiamo sul gruppo Facebook di Leggo Rosa!

 

domenica 25 novembre 2018

UN'AQUILA NEL CIELO di Wilbur Smith


Tante volte, nei vari gruppi sui social che parlano del genere rosa come romanzo, ho trovato la domanda su come sarebbe stato scritto un libro che parla d'amore da parte di una penna maschile. Anche se è pur vero che il "romance" in senso stretto è ad appannaggio soprattutto di autrici femminili, l'amore non è una prerogativa solo femminile e questo sentimento, visto e vissuta da parte di uno scrittore, si arricchisce di colori e sfumature diverse.


Avevo letto e mi ero appassionata a MONSONE, romanzo fiume di Wilbur Smith, appartenente al filone della saga sui Courtney, e ne ero rimasta positivamente colpita, anche perché, malgrado fosse soprattutto un romanzo d'avventura, non mancavano le storie d'amore, quelle importanti, che segnavano la vita dei due protagonisti principali.


Quando dalla mia libreria ho tirato fuori UN'AQUILA NEL CIELO, volume impolverato e ingiallito, finito chissà come tra i testi non letti e dimenticati sugli scaffali, vedendo che era stato scritto dallo stesso autore, mi sono entusiasmata e ho deciso di leggerlo, imbattendomi in una storia d'amore di quelle forti, dominanti, che cambiano e segnano la vita.


David Morgan ha tutto quello che la fortuna può concedere ad un essere umano. È giovane, vincente, bellissimo e con un patrimonio così sconfinato, fatto di fondi fiduciari che i suoi genitori, morti in un incidente, gli hanno lasciato secondo un piano che gli permetterà fino alla vecchiaia di vivere semplicemente di rendita. Eppure il suo animo è irrequieto e l'unica cosa che riesce a dargli soddisfazione è il volo.


Quando lo zio, alla fine della scuola, gli fa capire che è giunto per lui il momento di prendere in mano le redini dell'azienda di famiglia, David preferisce posporre il momento e partendo per un viaggio di formazione in giro per l'Europa, alla ricerca di qualcosa che possa dare senso alla sua vita. Sarà proprio durante questo viaggio che, in Spagna, incontra due ragazzi israeliani, Debra e Joe Mordecai, da cui si sentirà attratto, non solo per la bellezza di Debra, ma anche perché risvegliano in lui il ricordo delle sue origini, visto che sua madre era ebrea.


Pur scontrandosi con Debra, che si rivela da subito non una semplice avventura come le altre, ma una donna dotata di una certa profondità, alla fine David finirà per raggiungere i due Mordecai ad Israele, dove si lascerà coinvolgere dalle vicende umane e politiche di questa terra tormentata, finendo per entrare nella aeronautica israeliana, grazie anche all'appoggio del Generale Mordecai, il padre di Debra e Joe.


L'amicizia, l'amore profondo e la scoperta di sé emergono in questa parte del romanzo con una potenza descrittiva intensa e bellissima, mentre un alone sinistro sembra profilarsi all'orizzonte, malgrado la vita assolutamente rosea e felice che Debra e David vivono, decisi a coronare il loro sogno d'amore, ma il matrimonio di Joe, tanto a lungo atteso, si rivelerà l'inizio di una fase di dolore assoluto che esploderò nel famoso scontro aereo con il nemico, uno dei punti apice della drammaticità della storia.


David e Debra si perderanno e ritroveranno, per poi decidere, profondamente segnati, di cercare di creare un angolo tutto loro, dove poter vivere la loro felicità, ma anche Jabulani, la piccola oasi di pace nel veld sudafricano, è un paradiso che nasconde un serpente pericoloso, ovvero Johan Akkers, un cacciatore di frodo, pronto a tutto pur di impedire ai nuovi arrivati di rompere gli equilibri stabiliti nella regione.


Romanzo intenso, pieno di avventura, ma soprattutto d'amore, dove l'autore riesce a raggiungere un equilibrio perfetto tra i due elementi, raccontandosi la storia di due persone che si incontrano, si cambiano, migliorano grazie alla reciproca presenza nella vita dell'altro. Il finale sembra un po' frettoloso, ma in realtà chiude un cerchio, permettendo, finalmente, a David di riconciliarsi anche con quel suocero che lo aveva accolto come un figlio, ma che a sua volta aveva pagato un tributo altissimo di dolore.  Decisamente un romanzo che merita!

sabato 24 novembre 2018

L'irresistibile di Mathilda Blake

Oggi vi voglio parlare di un romanzo storico della collezione Mondadori, L'irresistibile di Mathilda Blake.


Avete mai letto qualcosa di suo? Autrice di tantissimi titoli, soprattutto narrativa per bambini, è di recente approdata al romance storico, con ottimi risultati.
Se vi capita a tiro, non lasciatevelo sfuggire. Vi lascio la trama:

La contessina Belle de Beauregard, cresciuta nello sfarzo dorato del castello del padre, non sa che lo scontento popolare di cui tutti parlano al villaggio sia il preludio della Rivoluzione pronta a infiammare la Francia. Anzi, pensa di dimostrare la magnanimità del suo ceto offrendo lavoro a uno del popolo. Non immagina che l'aitante Démon Lacroix, incaricato di gestire le scuderie, finisca per accendere le sue notti di fantasie proibite. E non immagina nemmeno che gli eventi, con la presa della Bastiglia, la costringeranno a un compromesso proprio con quell'uomo: un cittadino della nuova Repubblica, che detesta e al tempo stesso la attrae pericolosamente...

Ambientato in un periodo storico molto affascinante tra lo scoppio della Rivoluzione Francese e il regime del Terrore, ci racconta una storia d'amore particolare che sembrerebbe destinata a una favola o a una realtà molto difficile, se non fosse per la scelta intelligente del periodo in cui è ambientata. I protagonisti, infatti, appartengono a due classi sociali molto diverse e il povero della situazione non è lei, ma lui. Belle, infatti, è un'aristocratica dal cuore buono che accetta di accogliere nel suo castello una madre anziana e un figlio in età da moglie, che rischiano di morire di fame. Non immagina certo che quel ragazzo, che in paese chiamano l'irresistibile, sia non solo molto attraente, ma anche colto ed intelligente.  Ha infatti avuto modo di studiare e le sue idee sono molto rivoluzionarie e in linea con il periodo in cui vivono. Belle se ne sente subito attratta, ma è consapevole che tra loro non potrebbe mai funzionare e così cerca di tenere a bada quello che prova, fino a quando gli eventi non precipitano, costringendola a una scelta drastica, che li porrà l'uno contro l'altro.
 Tra mille peripezie e altrettante incomprensioni Belle e Démon si ritroveranno a dover mettere a dura prova quello che sentono l'uno per l'altro, fino a quando non capiranno che la felicità è forse possibile.
Questo romanzo ha un grande pregio: la capacità dell'autrice di inserire la storia d'amore in un contesto storico ben narrato e caratterizzato. Il lettore ha come la sensazione di essere lì con loro e di vivere con il cuore in gola il succedersi degli eventi. Ogni sensazione di vago, spesso provata nella lettura di questi romanzi, sparisce, grazie al lavoro dell'autrice che riesce a creare una storia romantica e passionale, senza rinunciare a un certo realismo storico.
Solo per questo già merita cinque cuori, ma se vi aggiungete che è una storia fresca, dinamica e romantica, non potrete non convenire con me, che merita di essere letta e apprezzata. 
Voto: ♥♥♥♥♥

domenica 11 novembre 2018

MONSONE di Wilbur Smith


Moltissimi anni fa, affascinata da una serie televisiva degli anni ottanta, trasmessa da Canale 5, con un giovanissimo Lorenzo Flaherty, di cui mi innamorai, ovvero LA MONTAGNA DEI DIAMANTI, scoprì un autore che ancora oggi viene considerato il maestro dell'avventura, ovvero Wilbur Smith, penna prolifica, a cui si devono innumerevoli romanzi e che inducono a pensare, subito, a paesaggi africani, ad una natura selvaggia.


Ero una ragazzina infatuata, che adorava leggere, e che si tuffò convinta in LA SPIAGGIA INFUOCATA e IL POTERE DELLA SPADA, romanzi dedicati alle vicende dei primi del novecento della famiglia Courtney, di Centaine de Thiery, Michael Courtney, Lothar de la Rey e dei loro figli, voluti e rinnegati, come Sasha e Manfred, ma ero troppo giovane per capire lo spessore di un autore di questa dimensione.


Quest'estate, leggendo la trama di MONSONE, che parlava di fratelli divisi e di avventure per il mare, di amori conquistati e trionfanti, ho deciso di leggere qualcosa di diverso dai solito romance, alla ricerca di una storia appassionante che non si esaurisse nel solito schema classico. Volevo l'avventura e Wilbur Smith ha saputo in qualche modo venire in contro alle mie esigenze. Quando si legge un romanzo di questo tipo si precipita in un mondo, dove l'autore, in base alla sua abilità, sa prenderti per mano e portarti verso una dimensione nuova.


Le vicende iniziano in Inghilterra dove tre fratelli vivono la loro infanzia cercando di superare la tirannia del primogenito, da loro soprannominato Black Billy, un ragazzo violento e dispotico, forte della sua posizione che gli permetterà di ereditare tutte le ricchezze del padre, il famoso esploratore e capitano Hal Courtney. Siamo agli albori della saga e della famiglia, malgrado dai riferimenti alle avvenure per mare dell'uomo e di suo padre Francis, capiamo che c'erano altri romanzi in precedenza. Eppure MONSONE si può leggere tranquillamente come un libro unico.


Tom e Guy sono gemelli profondamente diversi. Il primo, deciso, già con una certa esperienza in fatto di donne, si delinea subito come l'eroe positivo, mentre l'altro, timido ed introverso, si contrappone a lui, piuttosto oscuro, mentre l'altro fratello, quello più piccolo, Dorian, sarà l'altro eroe di questo romanzo decisamente corale.


La compagnia delle Indie, di cui Hal Courtney fa parte, decide di convocare l'uomo a Londra. Siamo alla fine del XVII secolo e i commerci con l'India sono ostacolati dai pirati che infestano i mari. La compagnia decide di dare ad Hal un incarico difficile e pericoloso, ovvero quello di catturare il pericoloso e sanguinario pirata Jangiri, che ha recato pesanti perdite agli interessi della compagnia.


Hal decide di partire, portando con sé anche i tre figli più piccoli. Consapevole, infatti, che non potrà dare nulla del suo patrimonio a loro, per via del diritto di primogenitura, che riserverà a Billy tutto, Hal vuole permettergli di costruirsi un futuro come marinai e decide di trascinarli con sé in questo pericoloso viaggio.


Ad accompagnarli nel viaggio verso l'India, dove si stanno trasferendo, ci sarà anche una famiglia inglese, tra cui spiccano la bella e sensuale Caroline,  di cui si invaghiranno Guy e Tom, e due sorelline più piccole, tra cui Sarah.


Il lungo viaggio per mare e la nascita di una relazione tra Tom e Caroline segneranno in qualche modo il destino dei due fratelli, Guy e Tom, che si separeranno in modo definivo. La vita a bordo, il legame stretto con il padre, ma anche quello tra Tom e Dorian, occupano con potenza tutta la prima parte del racconto, quando i due sono ancora adolescenti. Durante un terribile scontro con il pirata Jangiri, il destino di Dorian e Tom si separerà bruscamente, sotto gli occhi angosciati di tutto l'equipaggio.


Rapito dal terribile pirata e salvato per via dei suoi capelli rossi, che lo farebbero identificare come il bambino di un'antica profezia, il destino di Dorian subirà alterne vicende, mentre il fratello ed il padre cercheranno di ritrovarlo in tutti i modi, scovando anche il rifugio del pirata, preso d'assalto pur di liberarlo.


Venduto ad uno sceicco, quello di Oman, Dorian sarà cresciuto insieme agli altri figli del sultano, diventando uomo in un contesto completamente diverso, mentre Tom affronterà la perdita del padre, il tradimento del fratello Billy e l'odio di Guy. La vita offrirà loro anche le dolcezze dell'amore. Per quanto riguarda Tom, arriverà dalle braccia della coraggiosa Sarah, che lui aveva conosciuto ancora bambina, e che ritroverà per alterne vicende, ormai giovane coraggiosa e appassionata, che rischierà tutto pur di stare al suo fianco.


Ancora più difficile e tormentata sarà invece la storia di Dorian, innamoratosi di Yasmini, la sua sorella adottiva, destinata a diventare la sposa di un vecchio sceicco, secondo il desiderio del padre. I due, andando contro la legge e la religione, riusciranno a trovare un modo per far trionfare il loro amore. E quando ormai la vita sembra averli allontanati inesorabilmente, il destino, o meglio la penna di Smith, li riporterà l'uno difronte all'altra, schierati su fronti nemici. Eppure il sangue e l'affetto saranno più forti di tutto.


Romanzo scritto in uno stile semplice, senza grandi giochi stilistici, eppure essenziale nella costruzione della trama, nell'elaborazione dei personaggi, nella descrizione dei sentimenti, soprattutto quelli del legame forte tra i due fratelli e con il padre. Adatto a tutti quelli che amano l'avventura e le storie in qualche modo sentimentali.

Evanescent di Deborah Fasola

Buona domenica, amiche e amici di Leggo Rosa.
 Eccomi a recensire l'ultimo libro che è passato sulla mia scrivania. Si tratta di un New Adult. Genere che non tratto con frequenza, ma l'ottimo posizionamento nella classifica generale di Amazon di Evanescent di Deborah Fasola mi ha molto incuriosito, spingendomi all'acquisto di questo volume che ha scavalcato, per qualche giorno, nomi molto più altisonanti.Così mi sono immersa nella lettura di questo volumetto che mi ha catapultato nei telefilm americani che guardavo diversi anni fa, con i ragazzi al college e i problemi delle confraternite.


Ve lo siete perso? Ecco a voi la trama:

Non sono colpevole.
 Lui è colpevole.È così bella.
È così pericoloso… 
Conosco bene Weston Ward, anche detto Doppia V da tutte le ragazze che cadono ai suoi piedi come pere cotte: è bello da far male, dannato, pericoloso e antipatico da morire.
Solo che a differenza di tutte le mie amiche, ho un motivo in più per temerlo e odiarlo perché mio fratello Trevor, il mio eroe, è caduto dal campanile della sede dei Black Lion e pare che tutti i sospetti ricadano proprio su Ward. Da quando è successo e mio fratello è in coma, la mia vita è in stand-by ed è tutta colpa sua. Così quando Wes comincia a frequentare l’ospedale vado fuori di testa perché me lo ritrovo sempre tra i piedi. Ma non gli permetterò di avvicinarsi. Non gli permetterò di prendere anche me.
Per me è invisibile, un fantasma.
Evanescente. 
Sono un pessimo soggetto, lo so. Sono un’anima dannata e pericolosa.
E so anche benissimo che Trevor non vorrebbe mai quello che mi sta capitando. Eppure quando vedo Sun con i miei occhi nuovi – e me la ritrovo sempre tra i piedi –, proprio non riesco a starle distante; e più sento di non poterne fare a meno, più rabbia e desiderio mi travolgono, unite all’esigenza di mostrarle che non sono il colpevole.
Forse.
Spinti da una disperazione senza fine e uniti dalla tragedia, Wes e Sun si scontrano, si legano e poi rifuggono, ignari di quello che accadrà e del fatto che ogni maledetto istante che passano insieme potrebbe cambiare ogni cosa. 

Dunque, che dirvi? Come potrete notare già dalla sinossi, ci sono tutti i cliché che piacciono alla massa e che fanno facile presa sul lettore. La bella ragazza che s'imbruttisce, il cattivo, che poi non è mai così cattivo, e la tragedia di sottofondo. Consideriamoci dunque già a metà dell'opera. Se poi ci aggiungiamo una scrittura fresca e fluente abbiamo individuato gli elementi che hanno portato questo romanzo al successo.
 Successo meritato? In parte sì. La storia è costruita bene. Mi è piaciuto l'espediente iniziale per ingannare il lettore. Ho trovato azzeccato l'intreccio degli eventi e anche il modo in cui lo ha narrato e dunque, nel complesso lo considero un buon prodotto. Di contro posso sottolineare un eccessivo già noto e un'ambientazione vaga, che tolgono qualcosa alla narrazione più attenta. Gli errori, di cui si parla nelle recensioni negative scorte su Amazon, ci sono, ma non sono così tanti e in ogni caso, a mio parere, non inficiano il valore del romanzo, ma solo ed esclusivamente il lavoro di editing, e dunque non può contare nella valutazione del testo, ma solo nell'approccio del lettore e sul suo livello di tolleranza. Qualcuno potrà contestare che il pacchetto deve essere confezionato bene nel suo complesso ed ha ragione, ma l'attento lavoro di ripulitura del testo sfugge anche alle più affermate case editrici e dunque, se si è tolleranti nel loro caso, dove ci sono professionisti che fanno quel lavoro, si spera, da anni, perché non esserlo con qualcuno che ha indubbiamente rivisto il testo infinite volte e a cui è sfuggito qualcosa? A parte questo, il contenuto è una cosa e la forma è un'altra. La mia valutazione riguarda la storia e il modo in cui è narrata. Chiarito questo, vi ripeto, non sono tanti e non pesano in modo eccessivo. Il titolo è ben inserito nel contesto e l'ho apprezzato. La caratterizzazione dei personaggi è buona, anche se è da collocarsi tra i suddetti cliché. Per tutte queste motivazioni, assegno a questo romanzo quattro cuori e non cinque, che sarebbero stati meritati a fronte di un'originalità complessiva che qui manca.

Voto: ♥♥♥♥ 

lunedì 29 ottobre 2018

Le cover più belle di ottobre

Buongiorno,
ultimo lunedì del mese e proclamazione delle cover vincitrici di ottobre.
La gara, come sempre, si è tenuta sul nostro gruppo Facebook e ha visto partecipare tante brave autrici che hanno postato e condiviso con noi le copertine dei loro romanzi. La partecipazione per ottobre è stata massiccia e di questo vi ringrazio di cuore.

Non indugiamo ulteriormente! Chi sale sul podio per ottobre?


Il terzo posto, questa volta, se lo aggiudica la bellissima cover di Roberta Ciuffi, Fino in fondo al cuore.




Se ve lo siete perso, ecco a voi la trama:

Con la morte del marito, Amelia ha perso tutto. Le rimane una sola cosa da fare: rispettare il patto che in una notte disperata crede di aver stretto con un estraneo che ha voluto aiutarla. Un uomo di un mondo diverso dal suo, fatto di ricchezza e ostentazione, vizio e facile autocompiacimento. Tutto quello che ha sempre disprezzato. Ma nel lussuoso appartamento di Marziale, secondo figlio del duca Dell'Acqua, scoprirà che anche le belle sale e gli abiti eleganti possono nascondere un passato di orrore e sofferenza. E che quel patto disonorevole può trasformarsi nell'amore che ha sempre sognato. "… l'amore di cui parlavano le ragazze, al convento: quello che sconvolge, che cattura fino in fondo al cuore e dà vita e respiro, che esalta… oppure uccide." 


Se vi abbiamo incuriosito, sappiate che potete acquistarlo in formato digitale su Amazon, ma per gli abbonati a Kindle Unlimited è addirittura gratuito! 

E se vi è piaciuta la terza, pensate alla seconda! Amber Rose con The storm chaser: I cacciatori di tempeste.



Ecco a voi la trama:

Connor è un ragazzo avventuroso che, insieme al fratello Lawson, gestisce un team di cacciatori d’uragano. Dedito al lavoro più di ogni altra cosa, proprio per non mettere a repentaglio quest’ultimo si troverà costretto a chiedere aiuto a Chris, una giovane e talentosa fotografa di New York.
Tra i due sin da subito voleranno scintille non troppo amichevoli, ma nessun cuore è al sicuro dai battiti impazziti quando fuori infuria la tempesta.

"Ora verrò messa davanti alla mia più grande paura, così, all’improvviso, e l’esito è tutto nelle mie mani.
E la paura di fallire inizia a farsi sentire".

"In ogni angolo buio della mia anima, in ogni incubo, lei scova la luce e la riporta a me".

Se desiderate leggerlo, lo trovate su Amazon, in formato digitale e cartaceo. Per gli abbonati a Kindle Unlimited è gratuito.


E dopo il secondo e il terzo posto di questa nostra classifica, ecco a voi chi occupa il gradino più alto della nostra classifica: Simona Friio con Il re degli inganni!





Scopriamo chi è questo re?


Tra castelli e battaglie nel ducato di Milano una novizia senza famiglia e indomita si fa uomo per conquistare la libertà. Nei panni di un giovane acuto e intraprendente, tenta di ritagliarsi un posto nel mondo a spese di un cavaliere saldo e tetragono, con in mano un caldissimo cuore.

Dettaglio sinossi:
È il 1387 quando Alma della Casa di Pietà raggiunge la Val d’Ossola, lasciando l’abbazia dove, sotto mentite spoglie, ha appreso gli insegnamenti dei monaci di San Gallo. La sua ambizione è emanciparsi, riscattarsi da una condizione debole e umiliante perché le femmine non sono buone a niente, questo le dicevano le consorelle prima che fuggisse dal convento natio.
A Candoglia si presenta con lo stesso nome con il quale si è ritagliata un posto alla scuola dell’abate Remigius, Goffredo, ed è in cerca di un impiego.
La cava nei pressi del monte Orfano si dice che dia lavoro a molti. A Milano si sta costruendo la cattedrale dei Visconti e tanta operosità sembra fatta proprio al caso suo. Il Maestro di pietra, Rodolfo Della Terra, accetta di arruolarla nella squadra, ma le affida mansioni leggere. Si è accorto subito del suo fisico da signorino…
Alma, affascinata dalla vita in cava, entusiasta della vita in generale al di fuori di un convento, si lascia stregare dalla quotidianità di una realtà rurale fatta di cose semplici. Impara ad apprezzare le persone e le loro debolezze. Tocca con mano la sofferenza e il dolore, quando la peste arriverà a mietere centinaia di vittime. C’è una cosa, però, che ostacola il suo desiderio di emancipazione: i sentimenti che nutre verso Rodolfo Della Terra… Ed è sotto il peso di quel segreto che Alma lascia Candoglia e approda a Milano, la città per eccellenza, il regno dei Visconti.
A causa di un equivoco, però, è imprigionata nella fortezza, dove conosce Francesco Novello detto il Carrarese, erede della Signoria di Padova. Nonostante le condizioni e l’avversa circostanza della prigionia, fanno conoscenza. Escogitano un piano ed evadono, ma lei è costretta a rivelargli la propria identità.
Il clima che si respira è foriero di sventura. La minaccia di un’altra guerra per la conquista dei territori è alle porte e la questione papale si riaccende: Avignone o Roma? Gli eserciti sono in marcia verso Alessandria.
Rodolfo, con il suo piccolo esercito di picasass e contadini, si unisce alle milizie viscontee per combattere contro lo stesso Carrarese. E contro di lei... 

Se desiderate acquistarlo, il romanzo è disponibile in formato digitale e cartaceo su Amazon. Per gli abbonati a Kindle Unlimited è gratuito.

Un sentito grazie a tutti quelli che hanno partecipato e continuano a postare le loro cover. Un grazio speciale a chi dedica il suo temo, lasciando un messaggio, un like, una emoticon! La gara riprende per novembre!!!



domenica 14 ottobre 2018

TANGO ALLA FINE DEL MONDO di Diego Cugia



Avevo proprio bisogno di un libro come questo, dopo una sequela di volumi noiosi, tutti uguali, nel quale ero precipitata alla ricerca di qualche storia "sentimentale", che potesse in qualche modo varcare i confini del romanzo rosa classico. Qualcuno avrebbe da obiettare che il libro di Cugia non è un romanzo rosa, ma in realtà poco conta la suddivisione di genere, o la ghettizzazione di una storia che deve, per forza di cose, essere rinchiusa in un'unica categoria. 


La trama di TANGO ALLA FINE DEL MONDO ha in sé mille elementi che possono offrire ai propri lettori tutto quello che è necessario per stupire, commuovere, appassionare. In qualche modo sono di parte, questo lo devo ammettere, perché Diego Cugia è un autore al quale mi sento legata in modo particolare, dai tempi dell'università e di una fase della mia vita in cui una voce alla radio riusciva a darmi un respiro più ampio sul mondo e sulla vita. Questo però non mi ha reso cieca ed ero pronta a criticare, qualora non avesse ritrovato uno scrittore che ho amato, capace con poche battute calzanti di squarciare un velo sulla realtà e di farti andare oltre.


Di amore in TANGO ALLA FINE DEL MONDO il romanzo ne è pieno, ma è anche ricco di figure dai colori diversi, oscuri o luminosi, che arricchiscono un quadro di una società in trasformazione, di un Italia diversa e allo stesso tempo ancora simile a quella di oggi.


Le vicende iniziano in Sicilia, nel 1894, a Palermo, dove Michele Maggio e la sua famiglia vengono condannati per aver partecipato ad una manifestazione contro le tasse. Privati di quello che di fatto è stato una sorta di paradiso felice, il loro podere a Isola delle Femmine, rimasti senza nulla, finiscono per credere nella promessa di un altro eden da scoprire, decantato da Don Tano Calò, uno spietato agente marittimo, che vende false speranze, arricchendo il suo portafoglio.


La prospettiva di comprare una piccola fazenda in Argentina, dove molti italiani emigrano per sfuggire alla miseria, induce Michele ad abbandonare tutto in cambio di quattro biglietti per Buenos Aires, fornitigli da Don Tano, ma il giorno della partenza ne manca uno, quello di Diana, la figlia che lui più ama, quella che gli somiglia e che sembra anche quella più forte, in grado di sopportare il distacco. Così Michele decide di lasciarla sul porto, convinto di poterla far viaggiare non appena arriverà nella terra promessa, chiedendo a Don Tano di accompagnarla da una vecchia zia vedova che possa prendersi cura di lei.


Michele, ingenuamente, finisce per cedere la sua figlia preferita al suo aguzzino, in quanto Tano non ha desiderato altro che mettere le mani su Diana fin dal giorno della manifestazione in cui l'ha vista con suo padre e sua sorella Olivia. Finita in un vero inferno, costretta a vivere in schiavitù, nello sgabuzzino di casa di Tano, Diana dovrà affrontare un vero calvario nel quale la sua forza verrà messa alla prova, trasformandola pian piano da vittima in carnefice, in un capovolgimento di ruoli che non può non ricordare la sposa de IL MERCANTE DI FIORI, sempre di Cugia.


Ma il paradiso promesso si rivela perduto, appena messo piede sul suolo sognato e adorato. Una palude inutile è tutto quello che Michele scopre di aver comprato, ma la determinazione di affermarsi e di poter ricongiungersi alla figlia lo indurranno a lavorare duro durante il giorno, mentre la notte i tormenti e la sofferenza, condivisa con gli altri immigrati, li porteranno a inventare un ballo unico, pieno di disperazione e sentimento, quel tango destinato ad imporsi nel mondo intero.


Un giorno, per caso, Michele al porto salva la vita di un ricco proprietario terriero, Don Manuel, che come segno di riconoscenza gli da un lavoro nella sua impresa di macellazione di carne. Sarà la svolta, anche se, nel frattempo, nella vita di Michele si affaccerà un amore proibito che rischierà di compromettere tutta la sua vita.


Il romanzo racconta, con una scrittura poetica, intensa, fondamentalmente due percorsi: quello di Michele e quello di sua figlia Diana, nel tentativo di ritrovarsi, che li porterà a scontrarsi e farsi del male, su uno sfondo ricco di figure tormentate e affascinanti, come quella di Blanca, la moglie di Don Manuel, di cui Michele s'innamora, sottratta ad un passato di violenza, rimasta pura ed incontaminata come un fiore, o Olivia, la sorella apparentemente più fragile, che si rivela generosa, intensa, dotata di una forza che si nasconde dietro la quiete, pronta a qualsiasi sacrificio pur di aiutare la sorella e ingiustamente punita dalla vita.


Ma tra tutte le figure spicca indubbiamente quella di Don Tano, il cosiddetto cattivo della trama, personaggio spregevole, oscuro, capace di qualsiasi bassezza, ma allo stesso tempo rappresentato da Cugia con pennellate di tenerezza, soprattutto quando scopre di amare per la prima volta proprio l'oggetto delle sue vessazioni. Figura potente, che domina il romanzo dall'inizio alla fine e al quale l'autore non sembra voler rinunciare neanche sul finale, lasciandosi una porta aperta per il futuro.




FRASI TRATTE DAL ROMANZO


Si sporse fino a schiacciare una guancia contro le sbarre. Intravide il mare, pensò al padre.Lui contemplò la schiuma biancoazzurra sollevata dalle eliche. Si guardarono senza saperlo attraverso milioni di onde.

***


Ammirò la bellezza oscena della baia. Gli sembrò nuda ed arresa. Palermo era un'infinita Diana a gambe aperte con il mare che le veniva dentro.


***


L'aria sapeva di tabacco e di liquore alla rosa, tutti si attendevano solo di rincasare sulle gambe malferme, per cadere in pasto ai sogni.


***

La destra di Michele scivolò lungo la sua schiena. La sentì fremere al tocco come una chitarra al primo accordo. si fronteggiarono in un duello di sguardi. Il corpo di Michele la rifiutò, quello di lei lo attrasse, intrecciarono le dita e indietreggiarono di un passo. Disegnarono con i piedi la complessa geometri di un amore.
***
I loro corpi si stritolarono in un abbraccio di amore feroce, quello di chi è in ritardo sulla vita. Si baciarono come i clandestini, i poeti e gli uccelli. Sembravano beccarsi reciprocamente alla scoperte del tesoro nascosto nella bocca dell'altro, con l'insaziabilità degli amori nati senza preavviso, svincolati da ogni giudizioso ragionamento.


***


L'adesione assoluta tra un uomo e una donna genera un incendio che incenerisce chiunque ostacoli la traiettoria di due grandi amanti.


***


«Quando la vita ci fa troppo male, a volte si scusa con un miracolo.»


***


Sapevano che la felicità non si presenta mai due volte nello stesso modo e diluirla o risparmiarla è impossibile. La consumarono tutta. Vissero e furono vissuti dalla pampa argentina.

***


Il dolore è una voliera dove restano intrappolati magnifici uccelli multicolori: l'amore rifiutato, il viso scomparso di una persona cara, le speranze perdute.


***


Assaporò il miele amaro distillato dall'assenza materna. Definitivamente espulsa dal suo grembo si ritrovò intrappolata fra la vita e la morte, in apnea, nell'attimo che precede il primo, vero respiro: quello adulto in cui la vita si sceglie.

***


"I figli non si lasciano a terra" era vero e ingiusto esattamente come l'aver forzato Caterina a seguirlo a Buenos Aires. Conchiglia trafugata al mare delle Femmine, nel Nuovo Mondo aveva smarrito tutti i suoi magnifici colori, fino a perdere la vita.

***


Anche questo era Argentina. Ricchezze immense concentrate nelle tasche di pochi, amore e disprezzo, saccheggi, banche d'affari e conventillos per disperati in cerca di fortuna. La chitarra e il pugnale.

***
Non era cambiato niente e mai niente sarebbe cambiato, né in lui né in Sicilia.